SCHUFA-Information

  1. Nome e recapiti dell'ufficio responsabile e del responsabile della protezione dei dati della società
    SCHUFA Holding AG, Kormoranweg 5, 65201 Wiesbaden, Germania, Tel .: +49 (0) 6 11-92 78 0
    Il responsabile della protezione dei dati aziendali di SCHUFA rientra in quanto sopra menzionato. Indirizzo, a Hd. Dipartimento Privacy o via e-mail sotto datenschutz@schufa.de raggiungibile.
  2. Elaborazione dei dati da parte della SCHUFA

    1. Finalità del trattamento dei dati e interessi legittimi perseguiti da SCHUFA o da terzi
      La SCHUFA tratta i dati personali al fine di fornire ai destinatari autorizzati informazioni per valutare l'affidabilità creditizia delle persone fisiche e giuridiche. I punteggi sono calcolati e trasmessi per questo scopo.

      Rende disponibili le informazioni solo se un interesse legittimo è stato spiegato in modo credibile in singoli casi e l'elaborazione è consentita dopo aver valutato tutti gli interessi.

      Il legittimo interesse è dato in particolare prima di entrare in transazioni con un rischio di default finanziario.

      Il controllo del credito serve a proteggere i ricevitori dalle perdite dell'attività creditizia e allo stesso tempo apre la possibilità di proteggere i mutuatari dall'indebitamento eccessivo attraverso la consulenza.

      Il trattamento dei dati viene effettuato anche per prevenzione di frodi, test di serietà, prevenzione del riciclaggio di denaro, controlli di identità e di età, determinazione dell'indirizzo, cura del cliente/ gestione del rischio, nonché tariffazione o condizionamento.

      La SCHUFA informerà di eventuali cambiamenti delle finalità del trattamento dei dati ai sensi dell'articolo 14 Abs. 4 DS-GVO.

    2. Fondamenti giuridici per l'elaborazione dei dati
      La SCHUFA tratta i dati personali sulla base delle disposizioni del regolamento generale sulla protezione dei dati.

      L'elaborazione avviene sulla base del consenso e il principio dell'art. 6 parte 1 lettera f del DS-GVO, così come se è necessario il rispetto della tutela dei legittimi interessi del responsabile o di terzi, e non sono prevalenti  gli interessi o i diritti fondamentali o le libertà fondamentali dei soggetti coinvolti, o la tutela dei dati delle persone coinvolte.

      I consensi possono essere ritirati in qualsiasi momento dalla parte interessata. Ciò vale anche per i consensi già concessi prima dell'entrata in vigore della DS-GVO.

      La revoca del consenso non pregiudica la legalità dei dati personali trattati fino alla revoca.

    3. Provenienza dei dati
      La SCHUFA riceve i Suoi dati dai propri partner contrattuali. Questi risiedono nel mercato europeo e in Svizzera e altri Paesi terzi (se la Commissione Europea ha riconosciuto loro la relativa adeguatezza), istituti residenti, società finanziarie e istituti di credito, che supportano il rischio di perdite finanziarie (ad esempio banche, casse di risparmio, banche di credito cooperativo, società di carte di credito, factoring o leasing) e anche altri partner contrattuali utilizzano la SCHUFA per gli scopi indicati al numero 2.1, in particolare nei settori commerciali delle spedizioni, eCommerce, servizi, fornitura di energia o intermediazioni, telecomunicazioni, assicurazioni o recupero crediti.

      Inoltre la SCHUFA elabora le informazioni da fonti generalmente accessibili come elenchi pubblici e avvisi ufficiali (liste di debitori, annunci di insolvenza).

    4. Categorie di dati personali, che sono elaborate
      (dati personali, pagamenti corretti e rispetto del contratto)

      • Dati personali, ad es. cognome (o anche nomi precedenti, che sono indicati su richiesta separata), nome, data e luogo di nascita, indirizzo, precedenti indirizzi
      • Informazioni sull'accettazione e l'esecuzione contrattuale di una transazione (ad es. conti correnti, prestiti rateali, carte di credito, conti di protezione del sequestro conservativo, conti di base)
      • Informazioni su debiti non contestati, esigibili e più volte sollecitati o titolati e i relativi pagamenti
      • Informazioni su comportamenti illeciti o altri comportamenti fraudolenti come la falsificazione del credito o dell'identità
      • Informazioni da archivi pubblici e registri ufficiali
      • Valori di punteggio

    5. Categorie di destinatari di dati personali
      I destinatari si trovano nell'ambito economico europeo, in Svizzera e, nel caso, in altri Paesi terzi (se esiste una corrispondente decisione di adeguatezza da parte della Commissione europea) in base al Punto 2.3.
      Ulteriori destinatari possono essere contraenti esterni della SCHUFA ai sensi dell'articolo 28 DS-GVO nonché posizioni SCHUFA esterne e interne. Lo SCHUFA è anche soggetto ai poteri di intervento statutari delle agenzie statali.

    6. Durata della memorizzazione dei dati
      La SCHUFA memorizza le informazioni sulle persone solo per un certo periodo. Il criterio decisivo per determinare questo tempo è la necessità. Lo SCHUFA ha stabilito intervalli regolari per l'esame della necessità di ulteriore conservazione o cancellazione dei dati personali. In base a questo, il periodo di archiviazione di base dei dati personali è di tre anni in ciascun caso dal giorno del loro completamento.

      Come eccezione vengono ad es. cancellati:

      • Informazioni su richieste dopo dodici mesi esatti
      • Informazioni sui dati del contratto senza errori sui conti che sono documentati senza il credito (ad es. conti correnti, carte di credito, conti di telecomunicazioni o conti energia), informazioni sui contratti per i quali il controllo delle prove è richiesto dalla legge (ad es. conti sequestri, conti di base) e garanzie e conti di trading che sono gestiti da credito immediatamente dopo la notifica della risoluzione.
      • Dati provenienti dagli elenchi dei debitori dei tribunali centrali di controllo dell'esecuzione dopo tre anni esatti, ma prematuramente, se si può dimostrare che la SCHUFA è stato estinta dal tribunale centrale dell'esecuzione
      • Informazioni su procedure di insolvenza dei consumatori o di esenzione per debito residua esattamente tre anni dopo la conclusione della procedura di insolvenza o la concessione di un'esenzione dal debito residuo. In casi speciali, potrebbe anche verificarsi una cancellazione precedente.
      • Informazioni sul rifiuto di una petizione di fallimento a causa della mancanza di beni, l'abrogazione delle garanzie o il rifiuto di cancellare il debito residuo dopo tre anni esatti
      • I precedenti indirizzi sono memorizzati per tre anni esatti; in seguito, la necessità di continuare la conservazione è testata per altri tre anni. Successivamente vengono cancellati su base giornaliera, a meno che non sia necessaria una conservazione a lungo termine ai fini dell'identificazione.

  3. Diritti degli interessati
    Ogni soggetto interessato ha diritto a ricevere informazioni dalla SCHUFA ai sensi dell'Art. 15 DS-GVO, il diritto di rettifica ai sensi dell'Art. 16 DS-GVO, il diritto di cancellazione ai sensi dell'Art. 17 DS-BER e il diritto alla limitazione del trattamento secondo Art. 18 DS-GMO.

    La SCHUFA ha istituito un centro di assistenza per clienti privati per i problemi delle persone interessate, contattabile per iscritto presso la SCHUFA Holding AG, centro di assistenza clienti privati, casella postale 10 34 41, 50474 Colonia, telefonicamente al numero +49 (0) 6 11-92 78 0
    e tramite un modulo Internet www.schufa.de.

    Inoltre è possibile contattare l'autorità di supervisione responsabile per la SCHUFA, il garante della protezione dei dati dell'Assia.

    I consensi possono essere ritirati in qualsiasi momento dalla parte interessata.

    Ai sensi dell'articolo 21, paragrafo 1, del GDPR, il trattamento dei dati può essere contestato per ragioni che derivano dalla particolare situazione della persona interessata. L'obiezione può essere formulata senza formalità e devßessere inviata alla SCHUFA Holding AG, centro di assistenza clienti privati, casella postale 10 34 41, 50474 Colonia.
  4. Sviluppo del profilo (Scoring)
    Le informazioni SCHUFA possono essere integrate dai cosiddetti valori di punteggio. Il punteggio utilizza le previsioni e le esperienze passate per creare una previsione degli eventi futuri.

    Tutti i punteggi sono calcolati dalla SCHUFA in base a delle informazioni memorizzate su una persona presso la SCHUFA, che è anche indicata nelle informazioni ai sensi dell'articolo 15 del GDPR.

    Inoltre, la SCHUFA tiene conto delle disposizioni del § 31 BDSG al momento del punteggio. Le voci memorizzate per una persona vengono assegnate a gruppi statistici di persone con voci simili in passato.

    Il metodo utilizzato è chiamato "regressione logistica" ed è un metodo matematico-statistico fondato e collaudato per prevedere le probabilità di rischio.

    I seguenti tipi di dati vengono utilizzati dalla SCHUFA per calcolare i punteggi, in quanto non tutti i tipi di dati sono inclusi in ogni singolo calcolo del punteggio: dati generali (ad es. Data di nascita, genere o numero di indirizzi utilizzati nelle transazioni commerciali), precedenti impostazioni di pagamento, attività di prestito dell'anno scorso, utilizzo del credito, lunghezza e cronologia del credito e dati sugli indirizzi (solo se esiste una piccola quantità di informazioni relative al credito personale).

    Determinate informazioni non vengono né memorizzate né prese in considerazione nel calcolo dei punteggi, ad es. Ad esempio: informazioni sulla nazionalità o particolari categorie di dati personali come l'origine etnica o informazioni su atteggiamenti politici o religiosi ai sensi dell'articolo 9 del GDPR.

    L'asserzione dei diritti ai sensi della DS-GVO, quindi ad esempio l'ispezione delle informazioni conservate presso la SCHUFA ai sensi dell'Art. 15 DS-GVO, non ha alcuna influenza sul calcolo del punteggio.

    I punteggi trasmessi aiutano gli appaltatori nel processo decisionale ed entrano nella gestione del rischio.

    La valutazione del rischio e la valutazione del merito creditizio sono effettuate esclusivamente dal partner commerciale diretto, poiché solo quest'ultimo ha numerose informazioni aggiuntive, ad esempio da una richiesta di prestito.

    Ciò vale anche se si basa esclusivamente sulle informazioni e sui punteggi forniti dalla SCHUFA.

    In ogni caso un punteggio SCHUFA da solo non è un motivo sufficiente per rifiutare un contratto.

    Ulteriori informazioni sul punteggio di solvibilità o sull'individuazione di fatti evidenti sono disponibili su www.scoring-wissen.de.


 
  
Clienti privati
Imprenditori
Partner